domenica 18 settembre 2016

è tornato l'autunno... e la dieta

ingredienti per 2-3 persone:
una piccola zucca "violina"
200g mozzarella
un cucchiaio di parmigiano grattugiato
un pugno di pangrattato
una cipolla bianca media
olio q.b.
sale q.b.



taglia la zucca a grandi fette e lasciale cuocere nel forno preriscaldato al massimo della temperatura, per circa 10-15 minuti.



disponi in una pirofila da forno, unta con un goccio d’olio, i pezzi di zucca cercando di fargli coprire tutta la base.



aggiungi sale,



rosmarino fresco,



e parmigiano grattugiato.



nel frattempo...
affetta finemente la cipolla e cuocila nel forno per circa 5 minuti. controlla che non si bruci e a metà cottura aggiungi olio e sale.





sforna le cipolle e aggiungi un pugno di pangrattato. 



mescola bene (il pangrattato assorbirà anche il liquido della mozzarella).



spargile a pioggia sulla zucca.



taglia la mozzarella a dadoni e lasciala scolare un po’ (io buco la confezione e li lascio a filtrare tutto il latte in eccesso).



disponi la mozzarella in superficie...



aggiungendo un goccio d’olio evo.



inforna con il grill acceso.



bastano 5 minuti.
sforna e ..



buon appetito e buona dieta.
(per esser buono, è buono.. ma non è che smetti di sognarti la busta di patatine fritte, eh!)








sabato 23 aprile 2016

dacci oggi il nostro pane quotidiano

pane fresco di riso, di segale, di farro, di zucca.



io il rifornimento l’ho fatto ma confesso che, davanti al panino bianco croccante decongelato, avevo la bava alla bocca, immaginandolo farcito con la coppa di parma.

che vita grama, che grama vita.






domenica 17 aprile 2016

esorcismo.. da dieta

mi avevano parlato di sedanini con scampi, asparagi e carciofi; l'acquolina in bocca mi era rimasta fin quando non mi son decisa a provarlo. in effetti meritano e così ci ho abbinato altre portate per un pranzetto dietetico completo.





metti 2 spicchi d'aglio a soffriggere.



aggiungi i carciofi risciacquati (precedentemente immersi in acqua e limone, dopo averli puliti, tagliati e privati di tutte le spine e barbette).



lascia cuocere per pochi minuti e irrora con vino bianco.



nel frattempo avrai pulito, desquamato e imbottito di spezie (aglio, prezzemolo e bacche di ginepro) il branzino.



metti da parte un pugnetto di carciofi che userai per i sedanini



e nella pentola a doppio uso, adagia il pesce. 
lascia andare a fuoco vivo per pochi minuti;



aggiusta di sale, aggiungi vino, un filo d'olio e metti nel forno già caldo ad una temperatura di 180°.



nel frattempo lava e togli le parti dure degli asparagi. mettine una parte nella placca rivestita di carta forno, aggiungendo un filo d'olio evo e sale.





impacchetta con un altro foglio.
per tenere ben chiuso il cartoccio puoi aiutarti con gli stuzzicadenti.



inforna anche questi ma su un altro ripiano.

mentre il forno fa la sua parte..
fai soffriggere mezza cipolla bianca e uno spicchio d'aglio.





appena imbionditi, aggiungi i pezzetti di carciofi,



la polpa degli scampetti sgusciati e tagliati,



e gli asparagi rimasti che avrete tagliato finemente alla base e via via più grossolanamente verso le punte, rimaste quindi intere.



mescolate, aggiungete il vino a fiamma vivace e poi



gli scampi interi.



coprite e lasciate cuocere per circa 10 minuti.

a fine cottura, togliete momentaneamente gli scampi e le punte di asparago per dare una frullatina grossolana a tutto il resto
(un passaggio veloce, giusto per formare una salsa densa che si attacchi alla pasta).



rimettete tutto in pentola.





nel frattempo avrete fatto cuocere la pasta in acqua bollente e salata (ho usato la pasta integrale a causa della dieta ma non è importante).



scolatela al dente e aggiungetela al condimento.



mescolate per un paio di minuti aggiungendo un mestolo di acqua di cottura.



impiattate guarnendo con scampi e punte di asparago.





per il secondo, sforna il pesce con carciofi e gli asparagi al cartoccio.



dilisca e impiatta.





un pranzo favoloso, soprattutto se accompagnato da ottimo vino bianco fresco
e naturalmente, ce n'è per 2 ospiti in più o per il giorno successivo.



e anche se siete a dieta, vi meritate un pezzo di cioccolato fondente con liquorino conclusivo.

esorcizzare, sempre esorcizzare.. anche sotto dieta.